Leader in Europa nelle soluzioni definitive contro l’umidità.
  • Lombardia
  • Toscana
  • Emilia Romagna
  • 800 135 494
  • Via Frati Strada Bassa 16/16 - 41049 Sassuolo (MO)

La presenza di muffe sulle pareti, sui soffitti o vicino agli infissi può rappresentare un rischio per il comfort abitativo e un problema di umidità può comportare non solo al deterioramento dei materiali, ma anche a problemi per la salute di grandi e bambini.

Le muffe sono un tipo di funghi, la cui composizione e proliferazione viene favorita da ambienti umidi: usualmente si estendono e si attaccano su tutte le superfici che trovano, manifestandosi prima come piccoli puntini neri e successivamente in macchie più omogenee.

La muffa è come una “malattia” per i muri perché li rovina, corrodendo prima la pittura esterna e successivamente l’intonaco, portandoli allo sfarinamento. Inoltre, la presenza di muffa tra le mura domestiche rende gli ambienti poco salubri e può produrre effetti irritanti e nocivi sulle persone che vi abitano, portando ad un peggioramento di patologie pregresse o all’insorgenza di allergie.

Infissi nuovi e muffa

L’acquisto degli infissi è un vero e proprio investimento per la vostra casa e non è un elemento da sottovalutare. Per questo occorre scegliere il materiale più adatto tra alluminio, legno o pvc e successivamente rivolgersi a professionisti per una corretta installazione che eviti la creazione di ponti ad aria.

Muffa e condensa vicino alle finestreIn caso contrario è verosimile che, nel momento in cui dovrete sostituire gli infissi, troverete come spiacevole sorpresa la presenza di muffa in prossimità della finestra.

La presenza di muffa negli infissi nuovi può essere causata da:

  1. Errori di installazione
  2. Scarsa qualità degli infissi
  3. Errori di progettazione
  4. Cattiva areazione
  5. Fonti di umidità presenti in casa

Inoltre, è importante arieggiare sempre la stanza e l’abitazione per poter limitare gran parte dei danni. A tal proposito è opportuno sfatare la falsa credenza secondo la quale la causa della muffa sia dovuta alla cattiva installazione dei serramenti: in realtà non è così in quanto uno dei principali motivi per cui essa si forma è la mancata areazione dell’ambiente.

In aggiunta è opportuno sottolineare che gli infissi di recente installazione, di nuova generazione, isolano molto di più rispetto a quelli vecchi e, proprio per questo motivo, bisogna favorire il ricambio d’aria.

È essenziale capire quale sia la causa del problema per intervenire in modo mirato, senza perdere tempo, tenendo presente che le due caratteristiche che determinano la proliferazione della muffa sono la temperatura e l’umidità.

Come togliere la muffa dagli infissi

La presenza di muffa vicino alle finestre è sinonimo di umidità e indica un ambiente poco sano per chi ci vive. È opportuno eliminare la muffa in maniera rapida e definitiva e, per farlo si può provare con i rimedi fai da te in attesa di rivolgersi a professionisti del settore. 

Nel primo caso bisogna procurarsi:

  • Mascherina
  • Aspirapolvere
  • Aceto
  • Guanti
  • Bicarbonato di sodio
  • Fungicida

Se i vetri e gli infissi sono asciutti, potete iniziare la pulizia indossando una mascherina e usando l’aspirapolvere per rimuovere eventuali spore. Questa fase deve essere eseguita con la finestra aperta, per consentire alle particelle di muffa di trovare subito una via di fuga.

Rimozione muffa dalle pareti

Una volta terminato questo passaggio, è opportuno pulire il tubo dell’aspirapolvere con un panno inumidito con l’aceto.  È sconsigliato utilizzare invece l’uso dell’aspirapolvere se le finestre sono bagnate;  in questo caso, è meglio indossare un paio di guanti protettivi e usare un panno inumidito con acqua tiepida per pulire i vetri e gli infissi delle finestre. 

In questa fase, bisogna rimuovere solo la muffa in eccesso senza strofinare troppo, altrimenti le spore della muffa potrebbero penetrare negli infissi. Risciacquate regolarmente il panno con acqua pulita.  Una volta eliminata la muffa in eccesso sarà più facile capire il problema. Nelle zone in cui la muffa è poco presente vi consigliamo di spruzzare un po’ di aceto e lasciarlo agire qualche minuto, poi mettete sopra un po’ di bicarbonato di sodio e strofinate. Dopo aver rimosso completamente la muffa asciugate bene la superficie e controllate di tanto in tanto per prevenire lesioni più grandi.

È opportuno ricordare che i rimedi fai da te nella maggior parte dei casi risultano solamente palliativi e che, per godere di un risultato duraturo nel tempo, bisogna rivolgersi a professionisti del settore. Murprotec, azienda leader nella soluzione antimuffa e umidità, mette a disposizione dei propri clienti un team altamente qualificato e specializzato per poter eliminare il fastidioso e antiestetico problema della muffa negli infissi in maniera professionale, rapida ed efficace.

Infissi in alluminio: condensa e muffa

Quando si opta per la scelta degli infissi in alluminio è perché si prediligono caratteristiche come:

  • Isolamento termico
  • Sicurezza
  • Isolamento acustico
  • Resistenza
  • Lunga durata
  • Leggerezza
  • Design

I serramenti in alluminio a taglio freddo, ossia la maggior parte degli infissi tradizionali più vecchi, sono composti da un profilo totalmente in alluminio. Al contrario, nel caso dell’alluminio a taglio termico, tra il profilo interno e quello esterno viene inserito un materiale isolante che ha il compito di garantire un maggiore isolamento termico e minori dispersioni.

Sebbene l’umidità costituisca la causa prevalente per la formazione di condensa e muffa, è opportuno ricordare che numerose attività quotidiane possono aggravare e favorire il proliferare delle spore: respirare, cucinare, stendere i panni e fare la doccia (ad esempio) costituiscono momenti della giornata che, a causa dell’impiego dell’acqua, possono contribuire alla formazione della muffa, soprattutto in prossimità degli infissi.

Perché gli infissi fanno condensa?

Gli infissi fanno condensa a causa dello sbalzo termico tra temperatura esterna e temperatura interna. La condensa si presenta quando, sulla base di una struttura muraria non adeguata e della scarsa coibentazione, il calore passa più facilmente dall’interno dell’abitazione verso l’esterno, ciò a causa della minore resistenza termica della parete stessa.

Murprotec, azienda leader nella risoluzione dei problemi da muffa in tutta Europa, esegue controlli tecnici e sopralluoghi al fine di poter sanare i danni da condensa nei muri condominiali in maniera rapida e soprattutto definitiva. Dopo aver realizzato un preventivo trasparente e che non lascia spazio ad imprevisti, il personale qualificato eseguirà il lavoro nel pieno della professionalità e del rispetto della struttura.

Murprotec lavora da anni nel settore della condensa e delle muffe in tutta Europa, affermandosi come punto di riferimento per molti paesi, fornendo garanzie contrattuali sui risultati su tutte le metodologie tecniche proposte alla propria clientela.

Share