Trovare macchie di muffa sulle pareti della propria abitazione è molto comune. Non si parla solamente di un problema estetico, ma di un danno che a lungo andare potrebbe diminuire il comfort abitativo, generando un odore sgradevole e compromettendo la salute degli inquilini. 

Per non alterare la qualità dell’aria respirata si possono adottare diversi rimedi naturali per la muffa sui muri. Intervenire tempestivamente è fondamentale, prima che le macchie si espandono e che l’umidità penetri in profondità. I metodi naturali non sono definitivi, ma soltanto palliativi. In ogni caso, utilizzando alcuni ingredienti con un potere antifungine si riescono a rimuovere le macchie dalle pareti.

Come togliere la muffa dai muri in modo naturale?

La muffa nera sulle pareti è un fungo molto comune nelle abitazioni, soprattutto nei pressi delle finestre o nelle zone della casa in cui tende a concentrarsi maggiore umidità. Tale fenomeno si materializza sulle pareti attraverso la comparsa di macchie grigio-nero, talvolta anche tendenti al verde.

Alla base della comparsa di muffa sui muri ci possono essere diversi fattori: lo scarso isolamento, le condizioni termiche della casa o l’ambiente esterno. In ogni caso, è importante intervenire in breve tempo per eliminare le fastidiose macchie e soprattutto per rimuovere questo fungo alla radice, così che il problema non si ripresenti nel giro di pochi mesi.

Spesso si pensa che per eliminare la muffa dalle pareti sia necessario procedere con trattamenti chimici molto aggressivi, in realtà i rimedi di origine naturale rappresentano una valida alternativa, anche se si tratta di un’alternativa solamente palliativa e non definitiva. Intervenire per eliminare la muffa dalle pareti con un rimedio naturale è importante, ma sapere come prevenire il fenomeno lo è ancora di più. Sono sufficienti alcuni accorgimenti per ridurre notevolmente la possibilità che compaiano fastidiose macchie nere sulle pareti. Tra questi, è fondamentale arieggiare con costanza le stanze, in particolare quelle a rischio muffa, come il bagno e la cucina. Qui, infatti, si concentrano tanti vapori, quindi aumenta l’umidità e si favorisce la nascita del fungo.

Un metodo naturale per deumidificare una stanza è utilizzando il sale da cucina. In particolare, si tratta di posizionare uno scolapasta in una bacinella e di versare all’interno del primo 1 kg di sale grosso da cucina. Il sale attira e intrappola l’umidità, lasciando cadere le gocce direttamente nella bacinella ed evitando che l’acqua dispersa nell’aria possa essere assorbita dalle pareti.

Come togliere la muffa dai muri con il bicarbonato

Tra i rimedi naturali per togliere la muffa dai muri ce n’è uno particolarmente efficace: il bicarbonato di sodio. Si parla di una sostanza dalle molteplici proprietà, utilizzata all’interno della casa per risolvere diversi problemi e per la pulizia domestica quotidiana. Tra le sue funzionalità e i suoi vantaggi, è possibile sottolineare anche la capacità del bicarbonato di rimuovere la muffa dai muri.

Per eliminare con efficacia qualsiasi traccia di muffa dalla parete è possibile utilizzare due metodi:

  • creare una soluzione di acqua e bicarbonato: diluendo due cucchiai di bicarbonato in mezzo litro di acqua si crea una miscela perfetta per prevenire e per eliminare la muffa dal muro. Si procede applicando la soluzione ottenuta sulla parete con una spugnetta e strofinando nelle zone in cui le macchie sono più ostinate. Il bicarbonato, grazie alla sua azione, consente di arrivare alla completa rimozione della muffa;
  • creare uno spray naturale antimuffa: in questo caso si miscelano i seguenti ingredienti: 1 tazza di acqua calda, mezza tazza di aceto bianco, 1 cucchiaio di bicarbonato, 10 gocce di olio essenziale. Il composto deve essere preparato facendo sciogliere il bicarbonato nell’acqua e poi aggiungendo la restante parte di ingredienti. È sufficiente vaporizzare questa soluzione sulla zona colpita per un risultato ottimale.
rimedi naturali muffa bicarbonato
Bicarbonato contro la muffa sui muri

Altri rimedi naturali contro la muffa sui muri

Per eliminare la muffa dalle pareti esistono soluzioni naturali e artificiali. Quando si sceglie di affidarsi a prodotti chimici per la rimozione della muffa, si utilizza la candeggina: sostanza tanto efficiente quanto pericolosa. Infatti, anche solo inalare il suo odore può essere dannoso per la salute. Proprio per questo è necessario conoscere le soluzioni alternative e scegliere consapevolmente.

Tra i più comuni rimedi naturali, atossici e sicuri contro le macchie di muffa, si ricordano i seguenti:

  • aceto di vino: per un risultato ottimale, si crea una soluzione diluendo un paio di tazze di aceto in un litro di acqua calda. Si procede poi immergendo la spugnetta e strofinandola sulle zone colpite dalla muffa. Per un effetto migliore, è preferibile lasciar agire per qualche minuto la soluzione sulla macchia e poi continuare a strofinare fino alla sua rimozione. Se si parla di macchie ostinate e molto estese è anche possibile utilizzare l’aceto puro in uno spruzzino, così da nebulizzare la sostanza su tutta la parete. Si può anche creare una soluzione di aceto e bicarbonato, potenziando l’effetto delle due sostanze;
  • tea tree oil: si parla di realizzare un mix di acqua, sale e olio essenziale. Dopo aver spruzzato il prodotto sulla zona colpita dalla muffa, si lascia agire per qualche minuto e poi si strofina per eliminare definitivamente la macchia. Anche in questo caso l’olio può essere utilizzato puro, mettendo poche gocce su un panno o su una spugna;
  • olio essenziale alla lavanda: come nel caso precedente, anche in questo si parla di un olio essenziale, quindi le indicazioni sono le medesime. È possibile anche miscelare i due olii per potenziare il loro effetto antimuffa nera;
  • acqua ossigenata: al contrario di quanto si pensi, l’acqua ossigenata non è una soluzione chimica o tossica. Diluendo due bicchieri di prodotto in un litro di acqua calda si ottiene la miscela perfetta. Durante l’applicazione è bene proteggere le mani con degli appositi guanti;
  • estratto di semi di pompelmo: se in casa non si possiedono le precedenti sostanze ma si ha un estratto di semi di pompelmo, è possibile usare questo. Si parla principalmente di una soluzione non preventiva ma curativa per le macchie su pareti e soffitto. Diluendo 20 gocce di estratto in una mezza tazza di acqua si ottiene la soluzione ideale, da vaporizzare sulla zona interessata o da strofinare in caso di macchie più difficili da rimuovere.

Noi di Murprotec ci occupiamo di eliminare la muffa dal tuo appartamento e facciamo in modo che il problema non si presenti nuovamente. Utilizzando tecnologie innovative e grazie al supporto di un team di professionisti si ottengono massimi risultati, rendendo la propria abitazione confortevole e accogliente. Gli esperti mettono a disposizione dei propri clienti anche la possibilità di usufruire di un sopralluogo gratuito per osservare da vicino lo stato di avanzamento del fungo e per capire come intervenire al meglio.